venerdì 30 dicembre 2016

Instructional design: modelli di riferimento

L'ID è un approccio sistemico per creare attività e materiali didattici efficaci. Può essere considerato una scienza (si basa su teorie pedagogiche) e un’arte (richiede creatività)

Può sembrare un processo intuitivo ma un buon progettista deve tenere in considerazione tempi, costi, risorse coinvolte, tecnologie disponibili, modalità di delivery.

Uno dei modelli più conosciuti è ADDIE. 


lunedì 12 dicembre 2016

Un tutorial per utilizzare google drive

parte prima


video

Il web semantico

L’invenzione di RSS, così come quella di RDF e di altri metalinguaggi XML, risponde a una nuova concezione di Internet, quella del Semantic Web, secondo la quale la rete dovrebbe diventare un sistema intelligente, che, grazie all’utilizzo di software agent specializzati unitamente a standard di codifica e ontologie, permetterebbe un trattamento automatico, autonomo e personalizzato dei dati, favorendo l‘elaborazione, la pubblicazione e il reperimento delle informazioni in modo più facile e accurato.

Cos'è tecnicamente il Semantic web?

Dal punto di vista tecnico il Semantic Web è una famiglia di linguaggi e strumenti XML (XML, XSD, RDF, OWL) che permette di codificare documenti intelleggibili dagli esseri umani, fornendo contemporaneamente informazioni semantiche in machine-readable format sugli stessi. Sotto l’impulso del Semantic Web si sono diffusi numerosi linguaggi metadescrittivi, basati su document type definition formalizzate in linguaggi con sintassi XML, impiegati in diversi campi applicativi

Rss: tecnologia killer?

La tecnologia RSS si iscrive in una nuova filosofia dell’uso della rete, basata sull’utilizzo combinato di una famiglia di linguaggi e strumenti XML, che permette di condividere dati comprensibili dagli esseri umani, fornendo contemporaneamente informazioni semantiche sugli stessi, elaborati in machine-readable format. Inizialmente progettata come tecnologia per la distribuzione e il reperimento di notizie, RSS viene attualmente utilizzata in diversi campi applicativi. In questo senso l’educazione e la formazione sono a tal punto significativi che, secondo l’autorevole parere di alcuni studiosi, come ad esempio Mary Harrsch, RSS potrebbe configurarsi come la prossima killer application per l’educazione, soppiantando l’utilizzo di Learning Management System.
Il linguaggio RSS  fu ideato nel marzo del 1999 da Netscape, prendendo lo spunto dalla tecnologia descrittiva RDF , un data model XML  per la metadescrizione di risorse web. La funzione di RSS era molto semplice e permetteva di visualizzare in modo automatico sul portale My Netscape Network titoli descrittivi e link relativi a informazioni e notizie pubblicate su altri siti, grazie all’utilizzo di particolari specifiche di codifica.




Molti si chiedono perché utilizzare le tecnologie a scuola. La domanda è lecita: spesso si perde troppo tempo per progettare, implementare moduli innovativi. In alcuni casi non funzionano le tecnologie disponibili.